COMPARAZIONE ARTICOLI

Hai 0 articoli in comparazione

ARTICOLI IN WISHLIST

Hai 0 articoli in lista

ARTICOLI AGGIUNTI DI RECENTE

Tot. Articoli 0

Servizio Clienti
 0549.941393
Ricerca prodotti nel Mercatino dell'usato IAM
condizionatori

Condizionatori, le differenze tra i nuovi e quelli vecchi: Rubrica di Luglio di Mirkare Manzi

 
Il Regolamento Europeo nr. 517/2014 sugli F-Gas (gas fluorurati a effetto serra) entrerà in vigore nel 2025 e imporrà di utilizzare solamente il gas R32. Di fatto, un addio ai refrigeranti con GWP (Global Warming Potentia) pari o superiore a 750.
Cosa fare quindi, e come muoversi? La tendenza degli elettrodomestici è quella di andare verso il risparmio energetico: ce lo dicono quando andiamo ad acquistare i frigoriferi, i forni, eccetera. Una regola che vale anche per gli impianti che portano aria fresca e ci fanno dormire la notte.
Al di là delle differenze tra i due gas (va ricordato comunque che l’R32 non è né esplosivo né infiammabile e quindi è più “sicuro”), i benefici di un impianto nuovo è riassumibile principalmente in un punto: la tecnologia, negli ultimi anni, ha fatto passi da gigante e oggi si è molto più “autonomi” per quanto riguarda il controllo e la programmazione della temperatura che si vuole ottenere nel senso che si può gestire in maniera automatica e personalizzata.
Inoltre la quantità di gas che “serve” per refrigerare è minore rispetto a quella richiesta dai vecchi impianti alimentati dall’R410A.
Per quanto riguarda invece lo smaltimento, dopo aver ricordato che è un servizio che IAM offre (chiediamo solamente di farci avere i vecchi condizionatori provi di gas: basta chiamare un elettricista o un idraulico che provvede a metterlo in una apposita bombola in modo che l’elettrodomestico ci arrivi già “bonificato”), va detto che la maggior parte dei materiali impiegati per la costruzione degli impianti di refrigerazione è riciclabile, eccezion fatta per alcune piccole frazioni di materiale plastico. Insomma: i condizionatori non generano rifiuti da discarica ma vanno tutti a recupero.
Il 2025 è dietro l’angolo ma non è così imminente: in attesa della deadline, qualche consiglio per “far rendere” al meglio gli apparecchi vecchi e nuovi (o, per chi vuole, qualche suggerimento per un’eventuale riconversione – non facile, a dire il vero - dal gas R410A a quello denominato R32). La sostituzione del gas, su alcuni modelli, è possibile: basta contattare l’installatore e sentire se si può fare. In seconda battuta, per ogni tipologia di condizionatore, è importante far verificare la “tenuta”, cioè che non ci siano perdite nell’impianto.
Va infine ricordato che in caso di cambiamento dell’apparecchio, le tubazioni e i collegamenti rimangono sostanzialmente gli stessi, così come l’installazione e la manutenzione ordinaria.
Che si tratti di condizionatori vecchi o nuovi, il risparmio avrà comunque un peso anche sulla bolletta.
 
Tag Associati
Categorie Associate
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.
Cerca nel Blog
Calendario
luglio 2024
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
Filtra per mese
Tag più popolari
Cerca nel Blog
Filtra per mese
Copyright Igiene Ambientale Management S.R.L. 2021 - All Rights Reserved - Privacy Policy - Cookie Policy | Credits
Powered by Passepartout